Accedi ai contenuti riservati

Registrati |Password dimenticata | Informazioni
Homepage Federottica.org Homepage AdOO

Attualità

Morto il presidente di Silmo Philippe Lafont, uno dei pionieri dell’ottica transalpina

Da oltre 35 anni era uno dei personaggi più in vista del nostro settore, con quel suo inconfondibile modo di presentarsi sobrio e gentile, e con i suoi inseparabili occhialini tondi: una presenza rassicurante nelle manifestazioni internazionali, da Silmo fino al recente Mido, dove lo abbiamo visto per l’ultima volta.

Philippe Lafont, Ceo della maison Lafont e presidente di Silmo, se ne è andato lunedì 6 marzo, all’età di 70 anni. Era discendente di una famiglia di ottici, alla terza generazione, avviata alla professione dal nonno Louis che aveva aperto un negozio di ottica a Parigi, in Rue Vignon, nel 1923. Grazie all’intuizione di Philippe Lafont e della moglie Laurence, che nel 1979 hanno creato l’omonimo marchio, gli occhiali Lafont sono diventati  sinonimo di creatività e design nel mondo. Oggi i suoi occhiali sono distribuiti in oltre 40 Paesi.     

Dal 2011 era diventato presidente del salone internazionale Silmo, che ha condotto con professionalità e impegno anche in anni complessi per lo scenario economico-politico internazionale. La sua guida ha dato impulso a un rinnovamento della fiera parigina, che ha esportato il proprio brand oltre i confini francesi. Ricordiamo anche la collaborazione con Mido, focalizzata alle ricerche sui principali mercati dell’ottica europei e internazionali, realizzate da Gfk.

Aveva sempre un occhio di riguardo verso la categoria degli ottici verso la quale era prodigo di consigli. «Il rinnovamento economico passa obbligatoriamente dall’innovazione e dalla creazione di valori – dichiarava in un’intervista a Ottica Italiana - per un ottico optometrista, bisogna trovare il giusto equilibrio tra prodotti rassicuranti e prodotti più audaci che differenziano».

Alla famiglia Lafont, ai suoi collaboratori d'azienda e allo staff di Silmo, vanno le più sincere condoglianze della redazione di Ottica Italiana e delle nostre organizzazioni Federottica-AdOO-Optoservice. 


Pubblicato il 07-03-2017 alle 17:59:23 | Stampa