| 

 

Homepage Federottica.org Homepage AdOO
FEDEROTTICA.ORG

Fiere


Dalla “scelta” alla “fiducia”: l’impegno di Mido per il futuro

Ottimo riscontro per la 43a edizione di Mido che si è conclusa il 4 marzo. Il presidente di Mido, Cirillo Marco­lin, ha commentato a chiusura della manifestazione il buon esito finale della fiera milanese e ha anticipato a Mido Daily-Ottica Italiana le date per l’edizione 2014, previste nei giorni 1, 2 e 3 marzo, e ha riconfermato appuntamento ad aprile all’Out of Mido, in occasione della settimana del Mobile.

«Il contesto economico in cui ci muoviamo esalta una volta di più il ruolo fondamentale del siste­ma fieristico nell’attività di promozione delle aziende. L’indotto, diretto e indiretto, creato dall’attività espositiva presenta uno dei moltiplicatori più elevati tra quelli rilevabili nei diversi comparti dell’economia. Per questo - spiega Marcolin - è fondamentale continuare a investire in ter­mini di energie e idee in una fiera come il Mido che da oltre 4 decenni è il punto di riferimento indiscusso per tutti gli addetti ai lavori».


“Un treno per Mido”
«In questa direzione si devono muovere i nostri sforzi affinché il nostro salone sia sempre di più formidabile vola­no per il comparto a livello mondiale. Quest’anno abbiamo lavorato per affinarlo ulteriormente, potenziando alcuni servizi - un esempio su tutti il treno per Mido inizialmente pensato per 300 persone, ma visto l’ottimo riscontro dell’iniziativa abbiamo raddoppiato in corsa i posti a disposizione.

Grazie a questo servizio sono arrivati in fiera oltre 600 ottici optometristi, uno dei nostri target di riferimen­to fondamentali. Eccellenti le opinioni raccolte - ha aggiunto il presidente di Mido - e grande apprezzamento è stato da loro espresso in merito alla macchina organizzativa della fie­ra e alle opportunità messe a disposizione, oltre che per arrivare in fiera, anche all’interno della fiera stessa. L’iniziativa “un treno per Mido” si ag­giunge ai pullman inaugurati lo scorso anno che quest’anno hanno condotto più di 250 tra ottici e studenti delle scuole di ottica a visitare i nostri padiglioni».


Gli spazi d’incontro
«Si è scommesso sul potenziamento delle occasioni di formazione con un arricchi­mento dell’Otticlub e l’introduzione, in collabo­razione con Optical World, dello spazio Lab Tech, abbiamo confermato il layout espositivo con cia­scun padiglione dedicato a un comparto pro­duttivo e abbiamo anche guardato oltre. Oltre il confine - di tempo e di luogo - della fiera dando appuntamento ad aprile, sempre qui a Milano, in occasione della settimana del Mobile con Out Of Mido, un’opportunità imperdibile per le aziende più votate al Design di farsi conoscere al grande pubblico».


Fiducia ed entusiasmo per il futuro
«All’inizio di questa edizione ho voluto riscoprire il significato originario della parola crisi, ovvero quello di scelta. Io e tutto lo staff organizzativo - ha concluso Cirillo Marcolin - abbiamo quindi scelto di lavorare per fare del Mido un motore imprescindibile di sviluppo. E questo è stato possibile grazie a un confronto costante con i nostri interlocutori. Per la prossima edizione non solo vogliamo scegliere di proseguire su questa strada, vogliamo raffor­zare questa scelta con altre due parole chiave: fi­ducia ed entusiasmo. Fiducia nei nostri stakeholder e nel confronto costante con loro ed entusiasmo verso il futuro, futuro al quale stiamo già guar­dando, forti della volontà di fare bene».



Pubblicato il 05-03-2013 alle 16:07:25 - Stampa Stampa

Immagini allegate (2)