Accedi ai contenuti riservati

Registrati |Password dimenticata | Informazioni
Homepage Federottica.org Homepage AdOO

Iniziative Sociali

Ottici optometristi di Federottica e AdOO in missione umanitaria per i bambini africani

È un grande progetto umanitario sanitario quello che vedrà gli ottici optometristi di Federottica e AdOO, insieme agli oftalmologi dell’Aimo, impegnati nell’effettuare screening visivi ai bambini e ragazzi africani da 1 a 18 anni finalizzati alla diagnosi e al contrasto della cecità evitabile. La missione, che si svolgerà a bordo della nave Etna del Gruppo navale Cavour, toccherà il continente africano ed è promossa da Fondazione Francesca Rava – NPH Italia Onlus e Marina Militare, in collaborazione con Federottica, AdOO, Aimo, e con il prezioso supporto delle aziende Orobianco, Gruppo Barletta, Frastema, Hoya, Nidek, Centrostyle e Look the concept factory.

«Ancora una volta l’ottico optometrista è impegnato in prima linea – dice Andrea Afragoli, presidente Federottica - e mette la propria professionalità al servizio dei più bisognosi confermando la propria vocazione al sociale. Questa missione è la prosecuzione di quella strada, ormai tracciata, di collaborazione con gli oculisti e le diverse figure professionali che si occupano di salvaguardia e cura della visione. Vista la portata internazionale dell’iniziativa, la presenza di partner importanti e il supporto delle istituzioni, la nostra presenza è anche un riconoscimento alla formazione, capacità e competenza della nostra figura professionale».
I primi ottici optometristi s’imbarcheranno a Mombasa in Kenya il 10 gennaio e, alternandosi con altri colleghi volontari durante 6 tappe e quasi 4 mesi di navigazione, si occuperanno di effettuare controlli dell’efficienza visiva fino alla fornitura dell’occhiale da vista gratuito in caso di bisogno.  

«Abbiamo sposato immediatamente questa importante iniziativa umanitaria – commenta Andrea Rattaro, presidente AdOO - condotta dalla Fondazione Rava con la Marina Militare. Vorrei ricordare che fra le tante mission dell’Albo degli Ottici Optometristi, c’è anche quella di contribuire a ridurre la cecità evitabile. Ogni persona ha il “diritto di vedere”, ma esistono paesi dove questo diritto non viene garantito semplicemente perché non c’è la possibilità di avere accesso ad un esame visivo e ad un paio di occhiali. In alcuni Paesi non esiste personale qualificato all’esame visivo e non ci sono infrastrutture a supporto di questa importante e fondamentale necessità.
È un lavoro di squadra volto ad assicurare un servizio di elevata qualità. Ancora una volta la collaborazione con gli oftalmologi Aimo, e non solo, con alcune fra le principali aziende del settore, che ringrazio, è risultata vincente. Queste, infatti, si sono adoperate per il non facile l’allestimento di due studi per i controlli visivi e di un laboratorio per l’approntamento degli occhiali. La presenza di Adoo e Federottica, in missione con le principali eccellenze del Made in Italy, è un’ulteriore conferma dell’importanza sociale della nostra professione».


LEGGI LA NEWS PRECEDENTE: "Il mondo della visione insieme per l’Africa"


Clicca sulle immagini per ingrandirle

IMMAGINI ALLEGATE (2)


Pubblicato il 08-11-2013 alle 11:15:39 | Stampa