Accedi ai contenuti riservati

Registrati |Password dimenticata | Informazioni
Homepage Federottica.org Homepage AdOO

Intervista

Balestrazzi, Aimo: "In Africa con entusiasmo per prenderci cura della vista dei bambini"

Un impegno importante nel nome della prevenzione e cura nelle aree più deboli e a rischio del pianeta, in una rinnovata sinergia tra professionisti del settore. Anche Aimo (Associazione Italiana Medici Oculisti) partecipa alla missione umanitaria in Africa del Gruppo Navale Cavour della Marina Militare e della Fondazione Francesca Rava con i propri oftalmologi volontari.

La segretaria nazionale dell’associazione, Alessandra Balestrazzi, spiega le ragioni di questa partecipazione. «L’Associazione Italiana Medici Oculisti ha aderito con grande entusiasmo – afferma – alla missione umanitaria rivolta ai bambini africani promossa dalla Marina Militare Italiana, in collaborazione con la Fondazione Francesca Rava, l’Albo degli Ottici Optometristi e Federottica, per combattere la cecità evitabile nei Paesi in via di Sviluppo».

Quale apporto daranno gli oculisti di AIMO alla missione umanitaria?
«I nostri volontari effettueranno visite oculistiche per diagnosticare patologie che riducano la capacità visiva dei piccoli pazienti (patologie infettive, cataratte congenite, glaucomi malformativi, eccetera) ed insieme ai colleghi di Federottica e dell’Albo degli Ottici Optometristi diagnosticheranno e correggeranno, ove possibile, eventuali difetti di refrazione. Inoltre, durante le varie tappe della missione, saranno formati operatori locali e studenti di oftalmologia che potranno assistere alle sessioni diagnostiche».

Quanto è importante che oculisti e ottici optometristi operino in equipe per la salvaguardia della visione dei bambini?  
«Questa missione è anche l’occasione per ribadire le grandi potenzialità di una collaborazione sinergica tra oculisti e ottici optometristi che, unendo le loro forze, possono trattare a 360 gradi un gran numero di pazienti fornendo risposte per tutte le loro esigenze. Il fatto che le visite saranno effettuate a bordo della nave Etna, negli spazi dedicati, renderà davvero unica questa importante iniziativa».

Quindi una missione resa possibile dalla collaborazione tra professionisti, associazioni e non solo. Quanto è importante il contributo dell’industria? 
«Fondamentale sarà la collaborazione delle aziende produttrici di prodotti per la diagnostica e la terapia delle principali patologie oculari, che potranno donare o comunque fornire materiale utile per la missione (colliri antibiotici, cortisonici, anestetici, ipotonizzanti, lenti diagnostiche, ecc.). Alcune, come Sooft Italia, che ringraziamo, hanno già inviato i loro prodotti ed altre sono in procinto di farlo.
Ringraziamo, quindi, di cuore la Fondazione Francesca Rava, in particolare la presidente Mariavittoria Rava, l’attuale presidente di Federottica, Andrea Afragoli, il past president di Federottica, Giulio Velati, e il presidente dell’Albo degli Ottici Optometristi, Andrea Rattaro, per la grande opportunità che ci hanno voluto dare e che ci permetterà di collaborare a migliorare le condizioni di vita dei bambini africani prendendoci cura della loro vista».

M.L.


Leggi News: "Ottici optometristi di Federottica e AdOO in missione umanitaria per i bambini africani"

IMMAGINI ALLEGATE (2)


Pubblicato il 15-11-2013 alle 17:57:08 | Stampa