Accedi ai contenuti riservati

Registrati |Password dimenticata | Informazioni
Homepage Federottica.org Homepage Federottica.org

Fiscale

Decreto fiscale 2019 convertito in legge: confermato l’esonero parziale per i Centri ottici

Nella giornata di ieri (13 dicembre ndr) la Camera ha convertito in Legge DL 119/2018 (Decreto Fiscale 2019 - Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 23 ottobre 2018, n. 119, recante disposizioni urgenti in materia fiscale e finanziaria) approvando definitivamente anche  l’emendamento inserito in Senato che prevede il parziale esonero dall'obbligo di fatturazione elettronica per l'anno 2019 anche per i Centri ottici.

In estrema sintesi, tale esclusione riguarda solamente le fatture trasmesse al Sistema Tessera Sanitaria.

L'obbligo di fatturazione elettronica resta comunque in vigore per:

  • Fatture alle aziende (B2B)
  • Fatture ai consumatori per beni non detraibili, che quindi non vengono comunicate al Sistema Tessera Sanitaria
  • Fatture del ciclo passivo (fatture ricevute dai fornitori)

Si legge difatti sul documento:
“Art. 10-bis. – (Disposizioni di semplificazione in tema di fatturazione elettronica per gli operatori sanitari) – 1. Per il periodo d’imposta 2019, i soggetti tenuti all’invio dei dati al Sistema tessera sanitaria, ai fini dell’elaborazione della dichiarazione dei redditi precompilata, ai sensi dell’articolo 3, commi 3 e 4, del decreto legislativo 21 novembre 2014, n.175, e dei relativi decreti del Ministro dell’economia e delle finanze, sono esonerati dall’obbligo di fatturazione elettronica di cui all’articolo 1, comma 3, del decreto legislativo 5 agosto 2015, n. 127, con riferimento alle fatture i cui dati sono inviati al Sistema tessera sanitaria”.

Rimane ancora aperta la questione su come operare in caso di “opposizione” da parte dei contribuenti alla trasmissione dei dati al Sistema Tessera Sanitaria. Su questo argomento siamo in attesa di una risposta da parte dell’Agenzia delle Entrate.

L’emendamento era nato a seguito di un provvedimento del Garante privacy di novembre nei confronti dell'Agenzia delle Entrate nel quale rilevava che l’obbligo di fatturazione elettronica “presenta rilevanti criticità in ordine alla compatibilità con la normativa in materia di protezione dei dati personali”.

Per rispondere ad una parte dei rilievi del Garante erano stati presentati degli emendamenti al Decreto fiscale 2019, che ieri è stato convertito in legge.


Pubblicato il 14-12-2018 alle 12:35:20 | Stampa