Accedi ai contenuti riservati

Registrati |Password dimenticata | Informazioni
Homepage Federottica.org Homepage Federottica.org

Fiscale

Invio modalità di pagamento delle spese sanitarie detraibili dal 1 gennaio 2020

Con riferimento alla trasmissione dei dati delle spese sanitarie sostenute dai consumatori, a partire dal 1 gennaio 2020 è previsto l’obbligo della tracciabilità al fine della detrazione fiscale (Art.1, commi 679 e 680 della Legge 27 dicembre 2019 n. 160 – pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 304 del 30/12/2019 - Legge Finanziaria 2020)

Pertanto è già stato modificato dall'Agenzia delle Entrate il tracciato record utilizzato per l’invio delle spese sanitarie al Sistema Tessera Sanitaria aggiungendo il campo “Pagamento Tracciato”.

Per la trasmissione dei dati delle spese sanitarie sostenute dai cittadini a partire dal 1/1/2020, verrà richiesto, per le casistiche previste dalla norma ovvero per tutte le spese tranne che per le tipologie TK, FC e AD (quest'ultimo è il codice utilizzato dai centri ottici) e per quelle inviate da strutture specialistiche pubbliche o private accreditate, l’indicazione delle modalità di pagamento che potranno essere di due tipi: SI (pagamento tracciato) o NO (contanti).

La trasmissione delle spese sostenute nel 2019 resta con le modalità vigenti (ovvero senza invio del campo “Pagamento Tracciato”).

Questo obbligo del 2020 coinvolge i centri ottici per le sole spese professionali (codice spesa AA) mentre non riguarda le attività di fornitura e quindi di vendita dei dispositivi medici (codice spesa AD) che possono essere portati in detrazione anche se pagati in contanti.

Si rammenta infine che, nel caso il cliente volesse procedere con il pagamento in contanti (fino a euro 3.000,00 ovvero 2.000,00 a partire dal 1 luglio 2020), il professionista può comunque accettarli (nei limiti sopra indicati) ma, ovviamente, il "cliente consumatore finale" non potrà poi portare in detrazione la spesa sostenuta nella propria dichiarazione dei redditi.

Principali metodi di Pagamento Tracciato:

  1. Carte prepagate e/o di credito o bancomat
  2. Assegni bancari o postali
  3. Bonifici bancari o postali
  4. Assegni circolari

 

(Prima pubblicazione 30/12/2019)


Pubblicato il 14-01-2020 alle 10:17:19 | Stampa