Accedi ai contenuti riservati

Registrati |Password dimenticata | Informazioni
Homepage Federottica.org Homepage Federottica.org

Nota Federottica

Federottica al servizio della categoria per superare insieme l'emergenza

L'invio di una lettera inoltrata da un'azienda di distribuzione all'ingrosso ad alcuni centri ottici, ci fornisce l’occasione per fare presente che le comunicazioni della Federottica vengono predisposte sulla base degli atti che i nostri tecnici ritengono attendibili e pertanto meritevoli di attenzione e pubblicazione. Inoltre i pareri vengono preventivamente verificati con altre Organizzazioni di primaria importanza e autorevolezza, tra la quali innanzitutto Confcommercio nazionale alla quale Federottica aderisce. Da qui a volte il ritardo di qualche ora.

Non essendo il Legislatore, Federottica riporta sempre l'indicazione di fare riferimento ai documenti ufficiali delle Autorità, mettendo in copia gli atti e/o indirizzi web per le verifiche. Questo approccio non è un semplice esercizio di stile ma è indice di precauzione, trasparenza e serietà. 

Fatto salvo quanto sopra, visto che ci è stato contestato il commento al DPCM del 22 marzo u.s. nel quale facevamo riferimento alla mancata pubblicazione in Gazzetta ufficiale al momento della stesura, si fa presente che se il Decreto fosse stato modificato successivamente, Federottica avrebbe provveduto con la relativa comunicazione. Ma il testo, per quanto riguarda i Centri ottici, non è stato modificato e il nostro commento è rimasto valido. 

Tenendo conto che è comunque compito delle Associazioni provinciali aggiornare i propri associati sulle norme relative al loro territorio di competenza - a volte anche più stringenti di quelle nazionali - come ogni Centro ottico è obbligato a consultare il proprio Comune in merito ad altrettante possibili indicazioni, notiamo che, invece, di fare un plauso alla nostra associazione di avere correttamente interpretato la normativa fin dalle prime fasi, si accusa Federottica prendendo spunto per fare polemica.

Confermando che la stessa comunicazione è stata oltretutto aggiornata il prima possibile, facciamo notare come l'interpretazione non sia cambiata con la pubblicazione in Gazzetta ufficiale. Ovviamente, ma qui si processerebbero le intenzioni, se fosse stata predisposta la chiusura dei Centri ottici - e comunque avrebbero avuto tempo di adeguarsi fino al giorno 25 marzo e, oggi, è il 24 - in tal caso avremmo provveduto a darne comunicazione per tempo. Ma nulla è cambiato dalla prima lettura.

Chiediamo scusa se per qualche ora ci siamo occupati, invece di riconfermare quanto era già chiaro, della gestione delle LAC nel centro ottico, dell'intervento per cercare di rientrare tra i soggetti meritevoli di detrazioni fiscali e di quant'altro la nostra base ci sta chiedendo. L'apertura dei centri ottici era già stata confermata in modo molto chiaro fin dalle prime ore. Questo è il valore di una nostra comunicazione.

Riteniamo che queste polemiche, in un momento cosi delicato per il Paese, siano evitabili quando si vivono momenti cosi terribili. Infatti, a riguardo dell'assistenza alla categoria, si conferma che Federottica, per fare fronte alle tante richieste di informazioni, ha attivato un indirizzo email attraverso il quale sta fornendo assistenza a tutti i centri ottici, anche ai non associati, attraverso l'impegno anche fuori orario del proprio personale e dei collaboratori in forza. Basta visitare il sito www.federottica.org per trovarlo in primo piano. Questo a scanso di ulteriori polemiche e nel rispetto del loro lavoro. 

Per concludere, a scanso di ulteriori equivoci, si conferma che in base al DPCM 22 marzo 2020, che integra il DPCM 11 marzo 2020, i Centri ottici possono rimanere aperti su base volontaria. Per quanto riguarda altri operatori, quali per esempio i grossisti, possono fare riferimento alle loro associazioni di riferimento, nello specifico Confcommercio, che saprà dare loro, se associati, le necessarie delucidazioni a riguardo la loro specifica posizione.


Pubblicato il 24-03-2020 alle 18:14:53 | Stampa