Accedi ai contenuti riservati

Registrati |Password dimenticata | Informazioni
Homepage Federottica.org Homepage Federottica.org

Intervista

Vitaloni: «Al Date per incontrarci e “toccare con mano” gli occhiali»

Si avvicina l’apertura di Date eyewear, prima manifestazione in presenza del 2020 per il nostro settore, che si tiene da sabato 19 a lunedì 21 settembre alla Leopolda di Firenze. L’avanguardia dell’occhialeria con i suoi progetti particolari torna protagonista non solo per la presentazione delle nuove linee, ma per cercare di dare un segnale di fiducia a tutto il settore. Un grosso impegno, vista la complessità del periodo, ma che non ha scoraggiato gli organizzatori, come racconta a Federottica.org il presidente di Date Eyewear Giovanni Vitaloni.

Presidente Vitaloni, quanto è importante ritrovarsi di presenza? La manifestazione può assumere un significato che va oltre lo show dell’avanguardia dell’occhialeria?
«Se si pensa che il Date sarà il 1° salone europeo del settore nell’autunno 2020, si capisce quanto sia importante questo appuntamento per tutti i nostri stakeholder, produttori, ottici, buyer e l’intero settore. Abbiamo gettato il cuore oltre l’ostacolo e creduto nell’importanza di organizzare un evento in presenza, pur in un contesto tanto incerto e delicato come quello attuale. Riteniamo di aver più che mai bisogno di riscoprire la concretezza e l’efficacia delle relazioni umane in un contesto di “realtà”, toccando con mano gli occhiali e incontrando di persona gli espositori e dialogando con loro. Tanto più che Date accoglie realtà medio-piccole che puntano sulla ricerca e l’innovazione, altro aspetto fondamentale per la ripartenza non solo del nostro settore. Sarà un momento importante per gettare le basi a ciò che succederà nei prossimi mesi, un banco di prova e un segnale positivo per tutti».

A che punto sono le adesioni degli espositori, le aziende nonostante il periodo complesso hanno confermato la volontà di partecipazione?
«Ad oggi sono oltre 80 i brand che parteciperanno all’8^ edizione di Date. Siamo soddisfatti della risposta delle aziende che hanno creduto in noi e condiviso questa nostra volontà, aderendo con entusiasmo e responsabilità alla nostra chiamata. Oltre alla presenza fisica, abbiamo sviluppato e realizzato, grazie al sostegno di Ice, una piattaforma digitale che sarà disponibile a breve. Essa permetterà agli espositori di incontrare virtualmente i buyer esteri che non potranno venire a Firenze, ma anche italiani. Sarà, infatti, possibile conoscere tutti i marchi presenti e prendere appuntamento con i rappresentanti delle aziende direttamente online. Il link alla piattaforma sarà presto comunicato tramite i canali sociali di Date ( www.instagram.com/dateyewear/ e https://it-it.facebook.com/DateEyewearOfficial/ ).

In questi mesi il settore ha certamente subito il contraccolpo della crisi mondiale ma, seppur in sofferenza, ha dimostrato resilienza e forza di volontà. Vorremmo che il Date fosse solo il primo di una lunga serie di appuntamenti dei prossimi mesi per il rilancio non solo dell’occhialeria e della sua filiera, ma di tutta l’economia». 

Quale accoglienza troveranno gli ottici che verranno a Firenze, anche dal punto di vista della sicurezza?
«Stiamo lavorando per consentire ai visitatori di accedere in sicurezza, nel pieno rispetto delle norme anti-contagio, ma permettendo di entrare in contatto realmente con le collezioni e con gli espositori ( https://dateyewear.com/docs/COVID_ITA.pdf ). Tutti dovranno indossare la mascherina protettiva per il tempo in cui si troveranno all’interno della Stazione Leopolda. Inoltre, entrata e uscita avverranno da due ingressi separati, si troveranno postazioni con gel disinfettante per l’igienizzazione delle mani e abbiamo intensificato le normali attività di pulizia degli spazi comuni.
Per limitare al massimo i contatti non necessari, abbiamo poi predisposto l’accesso con il solo badge in formato digitale, che si può scaricare gratuitamente registrandosi sul sito dell’evento ( www.dateyewear.com ). In aggiunta abbiamo reso obbligatorio indicare, in fase di accredito, i giorni in cui si intende visitare il salone, incentivando i visitatori a prendere contatto con gli espositori per fissare preventivamente un appuntamento. Riteniamo che tutte queste disposizioni e accortezze possano garantire a espositori e visitatori un Date in totale sicurezza, maggiore probabilmente di tanti altri luoghi come bar, ristoranti, mercati e supermercati ecc. Vi aspettiamo quindi dal 19 al 21 settembre, per ripartire tutti insieme!».

M. L.

 

IMMAGINI ALLEGATE (1)


Pubblicato il 07-09-2020 alle 16:02:32 | Stampa