Accedi ai contenuti riservati

Registrati |Password dimenticata | Informazioni
Homepage Federottica.org Homepage Federottica.org

Vita delle Associazioni

“Pedalando per la ricerca”: oltre 10 mila euro raccolti per Airc anche grazie a Federottica Piemonte

La solidarietà è un valore sempre molto sentito dagli ottici optometristi. L’iniziativa portata avanti dai colleghi di Federottica Piemonte, guidata da Bruno Maestrelli e Fabio Cazzadore ne è un esempio. Si è conclusa infatti la raccolta fondi destinata all’Associazione italiana per la ricerca sul cancro (Airc) che si è sviluppata quest’estate con il sostegno della neonata associazione regionale di Federottica, a sostegno dell’iniziativa di Alessandro Mucci, giovane social media manager e triatleta che, tra il 29 giugno e il 9 luglio, che ha pedalato nei territori colpiti duramente dai terremoti del 2009 e 2016 per sensibilizzare e raccogliere fondi per la lotta contro i tumori, una storia intensa che Ottica Italiana ha raccontato nel numero 730-2020.

Federottica Piemonte ha collaborato con un “salvadanaio”, presente in tutti i centri ottici associati fino al 30 settembre, in cui fare un’offerta volontaria, interamente devoluta all’Airc. E i risultati sono stati positivi. «Abbiamo fornito ai nostri associati – spiega Fabio Cazzadore, presidente Federottica Torino – un cartello e una maglietta per la solidarietà più un contenitore dove raccogliere i contributi volontari. Federottica Piemonte è stata determinante nel dare un grande contribuito al raggiungimento e superamento di 10mila euro. Come centri ottici abbiamo raccolto 3.500 euro in gesti di cortesia, come stringere un occhiale o mettere una vite, che normalmente facciamo gratuitamente. In questo caso, abbiamo chiesto alle persone che entravano nei nostri centri ottici di contribuire all’iniziativa con un’offerta volontaria. Sono stati molto generosi e a loro va il nostro ringraziamento».

Per l’anno prossimo c’è la volontà di replicare l’iniziativa, «con la speranza di poterla allargare anche ad altre regioni, ma soprattutto allargarla agli associati di Federottica a livello nazionale». Anche perché tutto è partito grazie all’iniziativa di una singola persona, Alessandro Mucci, spinto all’azione dalla malattia che ha colpito la madre. «Grazie alla sua tenacia – prosegue Cazzadore – ha percorso tantissimi chilometri in giro per l’Italia incontrando la solidarietà di numerose persone. È stato accolto da molti sindaci di piccoli comuni del centro Italia come non solo portabandiera ma anche eroe di questa iniziativa. A dimostrazione che volere è potere».

Si è rivelato importante anche il contributo di Federottica Piemonte, da un lato perché la solidarietà manifestata dagli utenti dei centri ottici ha messo in mostra il rapporto di fiducia che c’è tra ottico optometrista e il proprio pubblico. «Essere ottici di fiducia per i propri clienti significa esserlo nella nostra attività quotidiana, con professionalità – aggiunge Bruno Maestrelli, presidente Federottica Cuneo – ma anche trasmettere fiducia anche in queste occasioni di solidarietà».

Dall’altro lato, questa iniziativa è servita anche per tenere e rafforzare i contatti tra colleghi, sentirsi comunità. «Abbiamo avuto la massima collaborazione – spiega Maestrelli – e recettività all’iniziativa: è stato un modo di fare gruppo e di essere partecipi come associazione in una iniziativa che uscisse un po’ fuori dai canoni della attività quotidiana. Non solo le persone che entravano nei nostri centri ottici, ma anche molti colleghi hanno fatto donazioni volontarie».

E questo lo spirito d’iniziativa che anima e ha animato i colleghi di Federottica Piemonte, che già avevano dimostrato in precedenti attività sociali e sindacali nei mesi procedenti, come per la richiesta del bonus di 1000 euro, a fondo perduto, stanziato dalla giunta regionale piemontese nella scorsa primavera nella fase di lockdown per il Covid, che i colleghi dell’associazione piemontese erano riusciti a far ottenere anche ai centri ottici in possesso del codice Ateco 477820 (ottica e fotografia - Commercio).


Pubblicato il 11-11-2020 alle 11:00:32 | Stampa