info@federottica.org | Ufficio Lun – Ven 9:30 – 13:00 — 14:30 – 17:00

info@federottica.org | Ufficio Lun – Ven 9:30 – 13:00 — 14:30 – 17:00

Certottica e Dolomiticert, cambio al vertice: Businaro nuovo presidente

certottica-vertici

A sei mesi dall’arrivo del nuovo direttore generale, Corrado Facco, si completa il cambio di governance in Certottica e DolomitiCert, con la nomina di Luca Businaro a nuovo presidente. 

Si sono tenute venerdì 14 gennaio le assemblee di Certottica, Istituto italiano per la certificazione dei prodotti ottici, e della sua controllata DolomitiCert, «che hanno sancito il cambiamento dei vertici – fa sapere Certottica tramite nota – con l’ingresso di Luca Businaro (già nel cda) a prendere il testimone quale presidente di entrambe le società. La sua nomina completa l’avvio di un cambiamento nella governance iniziato sei mesi fa, con l’insediamento di Corrado Facco nel ruolo di direttore generale con deleghe gestorie di Certottica e, da venerdì scorso, anche amministratore delegato e direttore generale di DolomitiCert». 

Luca Businaro (a destra nella foto) è amministratore delegato di Novation Tech, azienda trevigiana leader nella produzione di oggetti in carbonio e materiali compositi per l’occhialeria, lo sportsystem e l’automotive. Già presidente di Assosport (associazione dei produttori di articoli sportivi) e Federvarie, è oggi tra i probiviri di Confindustria nazionale.

Corrado Facco (a sinistra nella foto) ha maturato una lunga esperienza professionale in ambienti di lavoro nazionali ed internazionali, in particolar modo in ambito fieristico, sia come presidente e ad di MMI, che managing director di Fiera di Vicenza e del Gruppo quotato IEG spa, oltreché quale presidente di tre società collegate a Dubai, Shanghai e New York.

«Un forte segnale di rinnovamento, quindi, che testimonia la volontà di dare un nuovo deciso slancio verso il futuro alle due società – prosegue la nota di Certottica – diventate in oltre vent’anni un punto di riferimento e di eccellenza indiscussi per alcune filiere produttive, in particolar modo per il comparto dell’occhialeria (con i due distretti di Belluno e di Varese) e dello sportsystem». 

Le prime parole del neopresidente Luca Businaro sono rivolte agli obiettivi futuri: «In questi anni abbiamo saputo rispondere alle esigenze della filiera, sia quelle di lungo periodo in termini di formazione e ricerca, che di quelle contingenti, come l’emergenza Brexit da cui è nata DolomitiCert per sopperire velocemente alle necessità di nuove certificazioni. Miriamo a consolidare il Gruppo Certottica e diventare leader nella certificazione, formazione e supporto alle imprese nei loro processi di innovazione e di internalizzazione per la vendita dei loro prodotti». «Tra gli obiettivi primari – aggiunge Corrado Facco – ci sarà quindi quello di rafforzare le relazioni coi player di settore, migliorare la presenza sui territori, portare una particolare attenzione alle certificazioni in materia di sostenibilità e incentivare la ricerca e sviluppo per l’utilizzo di nuovi materiali e processi, che sposino le esigenze di evoluzione delle imprese».

Sulla nuova nomina è intervenuto anche il presidente di Anfao Mido, Giovanni Vitaloni: «Faccio i miei migliori auguri di buon inizio a Luca Businaro, nuovo presidente di Certottica e DolomitiCert che, a sei mesi dall’arrivo del direttore generale Corrado Facco, completa il cambio di governance.
Anfao, come socio di maggioranza, sostiene gli obiettivi della nuova direzione in termini di leadership nella certificazione, formazione e supporto alle imprese. Dopo questi due anni complessi, è fondamentale continuare ad assistere le nostre aziende, focalizzandoci in particolare sull’internazionalizzazione e l’innovazione di tutti i processi.
Anche la sostenibilità si conferma elemento essenziale del rinnovamento aziendale e non si può prescindere dalle certificazioni in questa materia, ormai necessarie per essere competitivi. Anfao sta lavorando a 360 gradi con Certottica su questo ed è in preparazione un programma dedicato, rivolto agli associati, sul tema dell’etichettatura. La sostenibilità è oggi infatti una necessità, non più una scelta. I dati Anfao presentati a dicembre 2021 ci confermano che il settore è in ripresa ed è anche nostro compito fare quanto possibile per le aziende del nostro territorio, sotto ogni punto di vista».

21 - 22 - 23 MAG 2022

Non
perderlo!