info@federottica.org | Ufficio Lun – Ven 9:30 – 13:00 — 14:30 – 17:00

info@federottica.org | Ufficio Lun – Ven 9:30 – 13:00 — 14:30 – 17:00

Date è “avanguardia” per le fiere di settore

Date 2021 interno

È l’unica manifestazione che non si è mai fermata ed è stata premiata con presenze in forte aumento rispetto al 2020. Segno di grande partecipazione e conferma di una ripartenza del settore

È stata una positiva e partecipata 9a edizione di Date, l’evento dedicato all’occhialeria del futuro, che si è svolta anche quest’anno alla Stazione Leopolda di Firenze, come rimarcato dagli organizzatori nella nota conclusiva: «Con quasi 1500 presenze di professionisti e buyer che hanno visitato il salone, superando le aspettative e rimarcando l’importanza degli appuntamenti in presenza per il settore e con 130 brand, nazionali e internazionali, l’evento si conferma un momento fondamentale per tutto il settore dell’occhialeria, che in Italia vale circa 4 miliardi di fatturato e conta 18mila addetti».
La fiera dell’occhialeria d’avanguardia si è svolta nel rispetto delle normative anti Covid in vigore, registrando un’affluenza significativa da varie parti d’Italia e dall’estero con un aumento dei visitatori del 55% e degli espositori del 55% rispetto all’edizione del 2020. Dei 130 marchi presenti, il 45% proveniva dall’estero. L’importante attività di internazionalizzazione, svolto a sostegno della manifestazione da parte di Ice, ha contribuito a portare 20 buyer internazionali da Spagna, Francia e Polonia. Per questo, il futuro di Date appare sempre più internazionale.
«Quest’anno, più che mai, il Date ha rappresentato – commenta Giovanni Vitaloni, presidente di Date – un momento strategico per il settore, ma anche un luogo che ha reso possibili l’incontro, lo scambio, il business. Abbiamo respirato per 3 giorni entusiasmo e voglia di investire nel futuro e in nuovi progetti e siamo estremamente soddisfatti del risultato di questa edizione. Gli ultimi 2 anni sono stati molto complessi e il Date 2021 ha finalmente rimesso in moto la macchina. La fortissima motivazione degli espositori e la determinazione di aziende e visitatori hanno permesso di porre bellezza, manualità, design e progettualità al centro della filiera. Questo è stato possibile grazie al lavoro e alla partecipazione di tutti. Insieme è possibile continuare a impegnarsi per dare sempre nuova linfa al settore e continuare a dare forma all’avanguardia»